CERCA Ricerca avanzata
Segnala il tuo sito nel nostro motore di ricerca Modifica sito  
Newsletter
 
MANAGEMENT
  Ambiente sicurezza e qualità
Associazioni management
Change management
Consulenza Marketing
Corsi e master
Formazione e selezione
Ricerche di mercato
Risk management
 
 
e-shop
 
 
Chi siamo Disclaimer
Informazioni sulla privacy
Richiedi assistenza
MANAGEMENT Cerca altri articoli in questa directory
Certificarsi in qualità CERTIFICAZIONI: COME INFORMARSI
Certificarsi in qualità

E' quasi diventata una moda: il boom delle certificazioni aziendali! Non se ne può più fare a meno! Anche il consumatore acquista più volentieri il prodotto certificato. Ma certificarsi è davvero indice di affidabilità dell'azienda e qualità del prodotto? Vediamolo insieme!

 

Link sponsorizzati

La certificazione di qualità sta diventando sempre di più un "passaporto" che garantisce le prestazioni delle aziende nelle più varie attività. Si può certificare ogni cosa dallo standard produttivo (serie ISO 90001:2000) all'impatto ambientale (ISO 14001 o EMAS),  dalla certificazione di prodotto (EN 45000) al comportamento etico (SA800), dalla sicurezza sui luoghi di lavoro (OHSAS 1801) alla figura professionale, all'igiene dei prodotti alimentari (HACCP).  Ma cosa vuol dire per un'azienda certificarsi? Ci sono due aspetti della stessa medaglia da tenere presente: si può certificare il prodotto o il servizio oppure il sistema di gestione aziendale, in entrambi i casi si  parla sempre di qualità! Questo implica una riorganizzazione e quindi un investimento che l'azienda deve assumersi  per potersi accreditare il famigerato "timbro" che ne attesta la conformità. Non esiste l'obbligatorietà alla certificazione ma in pratica lo è soprattutto per quelle imprese che lavorano con le strutture pubbliche che di fatto la pretendono.  Inoltre l'idea di garantire al consumatore o al cliente una certa qualità, fa si che le certificazioni sono aumentate e diversificate a seconda dei settori e dei prodotti. 
Ma a chi conviene? Sicuramente all'azienda, ai suoi clienti ed al consumatore! Perché se ci troviamo di fronte ad un incremento delle certificazioni vuol dire che, nonostante i costi che un'azienda deve sopportare per adeguare le proprie strutture alle normative, questi sono poi ammortizzati da un miglioramento della gestione, della competitività, dell'immagine e da un aumento del fatturato grazie proprio alla qualità che esprime il prodotto finale. Inoltre oggi, proprio seguendo la crescente richiesta di certificazioni di qualità da parte del mercato, anche le norme UNI EN ISO 9000 (diventate UNI EN ISO 9001:2000) si sono evolute e semplificate per orientarsi di più alla soddisfazione e fidelizzazione del cliente.
Cosa fare e a chi rivolgersi? Sembrerebbe una domanda banale! Ma sapere come orientarsi per potersi certificare e sapere quali sono le aziende accreditatrici o quali sono quelle che rilasciano la certificazione specifica a seconda del settore competente, non è poi così semplice e spesso è causa di notevoli perdite di tempo. In Italia le aziende preposte all'accreditamento  sono sostanzialmente tre e sono nazionali: sincert per l'accreditamento di organismi di certificazione o di ispezione; sinal per l'accreditamento dei laboratori di prova; sit per l'accreditamento dei laboratori di taratura. Ci sono poi altre aziende che possono rilasciare la certificazione e fra tutte possiamo citare DNV (che ha una filiale anche a Roma), leader nella certificazione di sistema di gestione qualità (SGQ), ha già certificato moltissime imprese in settori diversi non solo sull'SGQ ma anche sulla sicurezza, sul prodotto, sulla formazione ecc. Posiamo citare la TUV per quanto riguarda il settore dell'industria dell'automobile e dell'ingegneria. Mentre l'SGS si può considerare leader mondiale nel settore delle ispezioni, prove e certificazioni di beni e servizi sia in campo agroalimentare,  industriale che ambientale.
E' nato di recente un nuovo certificato di qualità, gestito dalla certiquality, relativo ai siti web di commercio elettronico (QWEB). Dopo tutto non poteva mancare internet e la new economy! Il QWEB ha come obiettivo quello di aumentare la fiducia dei clienti e dei consumatori nei confronti dell'e-commerce, in che modo? rispondendo ad una serie di requisiti quali l'identificazione del fornitore cercato e dell'organismo di certificazione che ha rilasciato il marchio; la completezza delle informazioni relative al prodotto o servizio; le modalità di pagamento, le garanzie ed il rispetto della privacy, le condizioni di resa e di consegna, le condizioni di risarcimento in caso di recesso, le procedure dei reclami. In pratica si vuole certificare in questo modo la serietà del sito web che fa e-commerce offrendo più garanzie possibili.
Che dire di più? Forse questo è il momento giusto per certificare la vostra azienda!

Copyright © 2004-2015 I contenuti sono di proprietà di Italia Imprese srl - PI 06429581009. Vietato riprodurli senza autorizzazione.